ArsKey Magazine | Articolo


Una vetrina da 130 milioni di euro per i celebri reperti archeologi di Atene
Data: 09.06.2009

vai alla pagina
Il 20 giugno aprirà ufficialmente il nuovo, costosissimo e tanto atteso Museo dell'Acropoli di Atene, un grandioso edificio progettato dall'architetto franco-svizzero Bernard Tschumi, in cui saranno esposti circa 4mila manufatti. Come ha precisato il prof. Dimitrios Pandermalis, Presidente dell'Organizzazione per la Costruzione del Nuovo Museo dell'Acropoli, il progetto di Tschumi è stato scelto per la sua chiarezza e semplicità, due caratteri in perfetta linea con i principi dell'arte classica. A partire dal basamento, sospeso sugli scavi archeologici, dove si trovano l'atrio principale, il bookshop, le aree di servizio e lo spazio per le esposizioni temporanee, partirà un percorso lungo tre piani, in cui si potranno ammirare reperti risalenti a prima del Partenone, fino a quelli postumi e a quelli romani. E all'ultimo piano la visita culmina proprio con i celebri fregi del Partenone. Il Nuovo Museo dell'Acropoli sarà così in grado di mostrarci alcuni dei più celebri reperti archeologici, come le cariatidi dell'Eretteo, sotto una nuova luce: verranno presentati al mondo con l'enfasi con cui si svela uno straordinario segreto.Per i primi giorni, fino al 23 giugno, potranno visitare il Museo solo coloro che hanno acquistato i biglietti di entrata on line: il Nuovo Museo dell'Acropoli sarà infatti uno dei primi a disporre di un servizio di prenotazione dei biglietti per via telematica.





© ArsValue srl - P.I. 01252700057