ArsKey Magazine | Articolo


SULLY
Data: 19.11.2016

vai alla pagina
Lavorando al contrario del nostro Schettino, colui che fece affondare una nave sana per distrazione, il comandante Chesley "Sully" Sullenberger, ottimamente interpretato da Tom Hanks, compì il “Miracolo sull’Hudson”, facendo ammarare un aereo senza motori e salvando tutti.
Di sicuro il pilota americano, con doti di tempismo, coraggio, intelligenza, affidabilità e professionalità, diverse a quelle del comandante di crociera italiano, non è sceso per primo dall’aeromobile e, di sicuro, tutti i suoi passeggeri aerei non soffrivano di talassofobia.

usp05820rcv2_400

Il 15 gennaio 2009, il volo US Airways 1549, partito dalla pista 04 dell'aeroporto La Guardia di New York e diretto a Charlotte, Carolina del Nord, fu costretto a effettuare un ammaraggio di emergenza nel fiume Hudson. Dopo soli cinque minuti e otto secondi dal decollo, a causa di un impatto con uccelli che danneggiò entrambi i motori dell'Airbus A320, i 150 passeggeri e i cinque membri dell'equipaggio si trovarono nelle acque gelide del fiume. Una volta usciti dall'aereo, sistematisi sulle ali e sugli scivoli galleggianti, vennero tratti in salvo in pochi minuti da alcuni battelli avvicinatisi all'aeromobile.

usp07014rv2_400

Come sempre però una commissione d’inchiesta con assicurazioni, periti e la perdita dell’aereo non tenendo conto della stampa e del pubblico che lo riconosce eroe, minaccia il lavoro, la reputazione del comandante che si trova a dover rispondere al Consiglio nazionale per la sicurezza dei trasporti.
L’ottima pellicola è ben diretta da Clint Eastwood, ottime le interpretazioni, asciutti i dialoghi, la trama avvincente, insomma Sully rimane un film proprio da vedere. 





© ArsValue srl - P.I. 01252700057