ArsKey Magazine | Articolo


Carlo Brenna - ECCE VITA
Autore:
Data: 29.07.2015

vai alla pagina
Vai all'evento: ECCE VITA: LA POETICA E L’ESTETICA DELLA CROCE

Gli artisti correlati: Carlo Brenna


“Ecce Vita” è il titolo scelto dall’artista Carlo Brenna per proporre in anteprima al pubblico la sua nuova e personalissima Via Crucis realizzata nel 2014.
Nella chiesetta della Parrocchiale di Macherio saranno dodici le tavole esposte realizzate con la tecnica dell’affresco, abbinati si potranno vedere i disegni preparatori momento creativo delle dodici stazioni che compongono la via crucis.

01_400_01

02_400_01

Non è la prima volta che Brenna affronta la tematica della passione. Gia nell’agosto del 1999 nella piazza antistante la chiesa parrocchiale di Margno  (Lecco) sono state inaugurate quindici stazioni che in seguito avrebbero preso posto nelle altrettanti cappelle site nella piazza.
In questa sua prima via crucis, per quanti vorranno andare a vedere, si può notare il coinvolgimento di Brenna, nella ricerca iconografica tesa al rispetto degli accadimenti sacri riguardanti la liturgia della Via Crucis con un ritorno ad una figurazione classica, attenta alla simbologia cromatica dei vecchi dipinti, tecnica espressiva che l’artista aveva abbandonato e superato; è dagli anni ’70 che Brenna è conosciuto per le sue opere metafisico-surreali.
Ora queste quindici formelle si trovano nel santuario della Madonna delle Lacrime a Lezzeno sopra Bellano.

03__400

04_400

Ma veniamo a ECCE VITA pensata ideata e realizzata secondo lo spirito che permea l’intero operato artistico di Carlo Brenna. Realizzate con la tecnica dell’affresco su tavola in una raffigurazione metafisico-surreale,
colloca, interpreta e rende contemporaneo i temi della via crucis dove gli elementi che vi compaiono tendono a modellare un tempo infinito dato dalle contemporanee presenze di elementi del passato e del presente. In particolare l’Artista fa suo il percorso iconografico e lo re-interpreta secondo una sua simbologia, un pensiero che è costante nel suo percorso artistico che vede la figura della donna centrale alla vita.
Simbolicamente per Brenna la figura femminile esprime l’esternazione dell’io, il rifugio, la sofferenza, l’amore, la vita stessa, la donna  diventa simbolo concreto di passione che nella sofferenza dona la vita. Corporalmente Cristo è Madre, nel suo calvario nel donarsi per dare al mondo una nuova vita.
Trovo che la composizione scenografica e l’emozionante cromia, basata sugli opposti caldi freddi, creano un’atmosfera dove i sensi si fondono con inequivocabili tensioni mistiche e terrene, che riconducono alla contemporaneità ed alla quotidianità degli eventi. Possiamo notare nel linguaggio espressivo di Carlo Brenna, la non presenza fisica della croce, che metaforicamente è espressa da ciò che l’uomo costruisce le “architetture” le quali segnano l’infinito tempo che scorre e contemporaneamente suggeriscono la duplice condizione: il mondo che schiaccia, opprime la “donna vita” e inversamente la “donna vita” nella sua debolezza sorregge il mondo. Vedi la II stazione e le stazioni delle tre cadute.

05_400

06_400_01

Nota biografica

Carlo Brenna nasce a Milano l’11 febbraio del 1935 di fronte alle colonne di San Lorenzo ed è in questa città che avviene la sua formazione artistica.
Pittore e scultore metafisico/surreale, frequenta dapprima l’Accademia di Belle Arti di Brera poi si diploma grafico all’Umanitaria di Milano.
Dagli anni ‘70 si esprime attraverso la tecnica dell’affresco e della scultura esponendo le sue opere in numerose personali in Italia e all’estero.
I suoi lavori li troviamo in importanti collezioni pubbliche e private. Il suo studio galleria trova spazio in un suggestivo cortile rurale della Brianza a Paina di Giussano MB in piazza Sauro 7, dove il passato contadino ancora risuona e dove l’antico viene reso contemporaneo dagli affreschi metafisico/surreali dell’artista (“Cortile degli affreschi” - “Camera con vista”).

www.carlobrenna.it  
carlobrenna@libero.it 

07_400

12_400_05

08_400

10_400_01

11_400








© ArsValue srl - P.I. 01252700057